per le biblioteche
home
home
 
vetrina
vetrina
 
anteprime
anteprime
 
ricerche
ricerche
 
ebook
ebook
 
proposte
proposte
 
statistiche
statistiche
 
reference
reference
 
bibliografica
bibliografica
 
contatti
contatti
 
user name:  password:  
 
Leggere srl
passione & competenza


Benvenuti nel sito di Leggere dedicato alle biblioteche.
L'accesso per la consultazione del catalogo e lo stato di avanzamento delle prenotazioni è riservato ai soli utenti registrati. Per eventuali informazioni scrivere a commerciale@leggeresrl.it.

***Vi segnaliamo che il sito è ottimizzato per i seguenti browser: Internet Explorer 10, Chrome, Mozilla Forefox e Safari. Con versioni precedenti di Internet Explorer potrebbero esserci problemi di visualizzazione. Consigliamo a tutti l'utilizzo di Chrome che, inoltre, è al 99% utilizzabile anche da utenti che hanno limitazioni di rete dal proprio amministratore.

In Evidenza

"Tre manifesti per la libertà, Ahmet Altan"


''Giudicherò coloro che, a sangue freddo, hanno ucciso il sistema della giustizia consentendo l'arresto di migliaia di cittadini innocenti. Non ho il potere di punire la gente né d'incarcerarla e, in ogni caso, non vorrei mai avere questo potere. Ma ho il potere di svelare l'omicidio, di identificare l'assassino, di mostrare le armi sanguinarie usate per questo infido delitto e di raccontare i crimini che sono stati commessi''.
Queste parole dell'autore, Ahmet Altan, esprimone perfettamente il concetto centrale del libro Tre manifesti per la libertà. Le edizioni E/O, del giornalista e scrittore turco, Altan, hanno già pubblicato il romanzo Scrittore e assassino.

Il libro si apre con una lettera scritta da 51 premi Nobel per la scarcerazione di Altan, condannato all’ergastolo il 16 febbraio scorso con l'accusa di aver appoggiato il fallito colpo di stato del 15 luglio 2016 e di appartenenza a un’organizzazione terroristica.
Sono pubblicate poi le tre memorie difensive scritte dallo stesso autore in cui sono espressi i fondamenti di giustizia del paese e viene dimostrata l’infondatezza delle accuse. Tre testi corrosivi in cui l'autore, noto per le sue battaglie in difesa della minoranza curda, della causa degli armeni vittime del genocidio e della libertà di stampa di espressione, mette in ridicolo non solo le accuse contro di lui, ma anche il sistema corrotto e violento che sta trascinando il suo Paese verso la dittatura.
Tolte le spese di produzione e distribuzione, il ricavato del libro andrà interamente all'autore, perché possa finanziare la sua difesa e condurre la sua lotta per la libertà.

 
©Leggere srl 2011 - Leggere srl è una società Centro Libri Srl -  Via Per Grumello, 57 - 24127 Bergamo - Tel 035.4243733 - Fax 035.318080 - info@leggeresrl.it - P.I. 02511020162